La flora più ricca d’Europa si trova in Italia

E’ stato pubblicato sulla rivista scientifica internazionale  Plant Biosystems l’elenco aggiornato della flora vascolare autoctona d’Italia, un censimento completo delle specie di questo importante comparto della biodiversità del nostro Paese.  Il lavoro è stato portato avanti di concerto dal Gruppo per la Floristica, Sistematica ed Evoluzione della Società Botanica Italiana, coordinato da Fabrizio Bartolucci e Fabio Conti del Centro Ricerche Floristiche dell’Appennino dell’Università di Camerino e del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, da Lorenzo Peruzzi dell’Università di Pisa e Gabriele Galasso del Museo di Storia Naturale di Milano. In tutto, la ricerca ha visto la collaborazione di 51 ricercatori, italiani e stranieri.

Sulla base di quanto emerso, l’Italia si colloca al primo posto in Europa per la biodiversità della flora vascolare autoctona. Allo stesso tempo, nell’intero bacino del Mediterraneo che è considerato una delle aree mondiali a maggiore biodiversità, solo la Turchia ospita un numero di specie più elevato. Nello specifico, si contano 8195 specie e sottospecie distribuite in 1092 generi e 152 famiglie, di cui 1708 sono gli endemismi (specie cioè esclusive del territorio italiano) e 26 probabilmente estinte. Le angiosperme, quindi le piante a fiore, contano in totale 8034 specie.  Le regioni che hanno il più alto numero di entità autoctone sono, nell’ordine, il Piemonte, la Toscana, la Lombardia e l’Abruzzo.

Leggi l’articolo completo cliccando qui

Fonte: http://www.greenreport.it/

Foto: Fabio Conti